L’UOMO IN FUGA – Stephen King

Hunger Games non mi ha ancora lasciata del tutto e quindi ho pensato di comprare un libro che come trama ci si avvicinasse un p’ò. “L’uomo in fuga” parla di un futuro, non troppo lontano dai giorni nostri, in cui ci sono dei reality show in cui la gente mette in gioco la propria vita. Naturalmente ci sono degli elementi che differenziano il libro di Stephen con la saga della Collins, ma se dobbiamo ridurre la trama al minimo sono molto simili.

Il libro è stato scritto nel 1982 e per quegli anni il 2050 (l’anno in cui la vicenda prende luogo) era ancora molto lontano, ma leggerlo ora, pensando ad un futuro che avverrò nel giro di poche decine di anni, secondo me fa perdere un p’ò di credibilità alla storia. Sarebbe stato molto più interessante leggerlo anni fa. Ad ogni modo la storia è carina, anche se non pensavo che i partecipanti avessero a disposizione tutto il mondo per nascondersi, mi ero immaginata un’almbientazione più simile all’Arena di HG, ovvero un luogo chiuso che era sorvegliato 24 ore su 24.

Benchè non sia un horror mi è piaciuta la parte splatter alla fine e non mi aspettavo il risvolto che c’è stato alla fine. Tuttavia devo dire che questo libro non mi ha colpito particolarmente, c’era l’ambientazione giusta per creare un bel romanzo “claustrofobico” come Misery, dove non riesci a smettere di leggere perchè sei completamente affascinto dalla fuga, ma non è stato così.

BRoWY68CYAA8So0

xoxo

G.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...