A SANGUE FREDDO – Truman Capote

A sangue freddo” di Truman Capote (1924 – 1984) è uno dei libri che ha maggiormente contribuito alla fama di un nuovo genere letterario che viene a formarsi tra gli anni ’60 e ’70, determinato dal new journalism. Il “nuovo giornalismo” è uno stile nuovo di fare giornalismo che si occupa di documentare in maniera più precisa e a volte ossessiva fatti di cronaca, in particolare di cronaca nera. Dal New journalism si sono sviluppati dei romanzi definiti romanzo-reportage di cui “A sangue freddo” è un ottimo esempio.

La vicenda narrata in questo libro è un fatto di cronaca realmente accaduta nel Kansas dove una famiglia di quattro persone, i Clutter, è stata brutalmente assassinata senza un movente evidente. Il romanzo ci presenta la vicenda attraverso punti di vista sempre diversi, con flashback e commenti di persone che vivono nella città in cui è avvenuto l’omicidio. La descrizione di ciò che viene visto dalla polizia quando entra nella casa è veramente forte. Il lettore riesce ad immaginarsi perfettamente la scesa e questa è particolarmente emotiva specie per il fatto che viene descritta da qualcuno che conosceva i Clutter, che quindi non può fare a meno di spiegarci come un tale crimine sia senza senso.

Una delle cose interessanti di questo romanzo è vedere come Capote abbia deciso di dare molta attenzione alla psicologia di quella città. In molti momenti viene mostrato come le persone non riescono a riprendersi da quello che è successo, principalmente perchè lì si conoscono tutti e perchè i Clutter erano delle bravissime persone. Più volte si legge “Se è già accaduto cosa può impedire che accada di nuovo?”, inoltre leggere il comportamento, specie dei bambini, ci permette di comprendere come questa ferita non si rimarginerà mai più.

Durante tutto il libro vengono presentati benissimo i vari protagonisti, tra cui la famiglia Clutter e i colpevoli della strage. In particola modo gli assassini vengono presentati in maniera molto approfondita, specie nel momento in cui si parla del processo. La descrizione dei loro ultimi mesi di vita risulta molto toccante, tanto che ci si trova quasi dalla loro parte.

 

Voto: ●●●○○

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...